«

»

mar 28

Feste e Sagre in Sicilia

In Sicilia è Vacanza tutto l’anno !

Sagre e feste a Trapani e provincia…

Gennaio Marsala Festa della Madonna della Cava
Febbraio Santangelo Muxaro Sagra della Ricotta (prima settimana)
Febbraio Salemi Festa di San Biagio – Festa del Pane: per l’occasione il pane viene modellato a forma di cudduredda, piccoli pani rotondi che ricordano la gola, dicavadduzzi, che rappresentano le cavallette che nel 1542 invasero i campi del paese e di manina di San Brasi (di mano e bastone).
Marzo Salemi Gli Altari di San Giuseppe (la domenica successiva al 19). Durante questa celebrazione vengono allestiti altari fatti con telai di legno e rivestiti con panneggi colorati, mortella e alloro, e adornati di arance, limoni e formelle di pane lavorate nelle forme di angeli, Madonne, Bambin Gesù, San Giuseppe, ecc. Così addobbati, gli altari accolgono tre grandi pani dalle forme elaboratissime, che rappresentano la Sacra Famiglia.
Aprile Trapani I Misteri di Trapani (Settimana Santa): I Misteri sono costituiti da statue che riproducono, con impressionante realismo, le scene della Passione di Cristo. Queste statue, curate dalle maestranze cittadine, risalgono per lo più al ‘600. I Misteri iniziano nel pomeriggio del Venerdì Santo e vanno avanti fino alla mattina del sabato, girando per tutte le vie della città, accompagnati dalle maestranze in abito nero e dalle bande musicali. E’ uno spettacolo estremamente suggestivo e coinvolgente.
Maggio Vita Festa della Madonna di Tagliavia (ascensione)
Maggio Calatafimi Festa del SS Crocifisso o della Primavera: si celebra ogni 5 anni, neiprimi tre giorni del mese. In quei giorni vengono portati in trionfo i trofei del pane, ricche composizioni di pane, simbolo del lavoro contadino. Un carro sormontato da un bizzarro obelisco di pane, è portato in giro tirato da buoi. In paese si assaggia il pane caldo con olio, acciughe e olive schiacciate.
Giugno San Vito Lo Capo Festa patronale di San Vito: il culto di San Vito risale all’epoca in cui, dopo la morte del santo, nel 330 d.C., fu eretta una cappella nell’odierno Capo San Vito, che da allora divenne meta di pellegrinaggi. I festeggiamenti rievocano, con una solenne processione a mare, lo sbarco di San Vito.
Luglio Segesta Rappresentazioni classiche: ogni due anni al teatro greco vengono ospitate rappresentazioni classiche di ogni parte del mondo: dalla tragedia greca al teatro giapponese.
Luglio Erice Settimana di musica medievale e rinascimentale: concerti e seminari di studi sulla musica medievale
Agosto Trapani Festa della Madonna della SS Annunziata: anticamente i festeggiamenti duravano dal 13 al 16 agosto.
Agosto Mazara del Vallo Festa di San Vito: con la caratteristica processione dei quadri viventi.
Agosto Erice Festa patronale della Madonna di Custonaci: i festeggiamenti culminano con il suggestivo sbarco dell’immagine sacra della Madonna, una tela del XV secolo che viene conservata durante l’anno nel Santuario.
Agosto Partanna Sagra dell’oliva nocellara del Belice
Settembre San Vito Lo Capo Sagra del Cuscus – Tutti i cuscus del Mediterraneo si sfidano in una gara culinaria internazionale che si svolge lungo il corso del paese.
Dicembre Erice Zampagna d’oro: (dal 7 al 9 dicembre). Rassegna mediterranea degli strumenti popolari. La rassegna vede la partecipazione di numerosi gruppi folcloristici.
Dicembre Custonaci Il Presepe Vivente: (dall’1 al 31 dicembre): è una rappresentazione importante nel panorama delle festività natalizie dell’isola. Si svolge all’interno della Grotta Mangiapane dove, molti decenni fa fu costruito un villaggio. Il villaggio è animato da quadri viventi delle arti e dei mestieri della cultura agropastorale.

a Palermo e provincia

Gennaio Altofonte Sagra dell’olio di oliva
Gennaio Bisacquino Visitazione di lu Bamminu- A gennaio si svolge anche la sagra delle noccioline.
Gennaio Marineo I Vicchiareddi
Gennaio Gratteri La veccia e la vanniata di festi di l’annu (capodanno)
Gennaio Prizzi Festa di S.Antonio
Gennaio Piana degli Albanesi Sagra delle sfinci
Febbraio Chiaramonte Gulfi Sagra della Salsiccia (in occasione del Carnevale)
Febbraio Chiaramonte Gulfi Riti del Carnevale: Durante la manifestazione del Carnevale, che si festeggia con balli in maschera e sfilata di carri allegorici lungo le vie della città, si svolge la Sagra della salsiccia che viene cucinata in piazza ed offerta ai turisti accompagnata dal vino Cerasuolo di Mortilla. Chiaramente è rinomata in tutta la Sicilia per la lavorazione della carne di maiale.
Febbraio Mezzojuso Il Mastro di Campo: :(domenica di carnevale): antica pantomina popolare; tragicommedia interamente mimata da più di 90 personaggi in costume del XV secolo. Ha come soggetto una contrastata storia d’ amore tra il Maestro di Campo, Bernardo Cabrera, e la Regina bianca di Navarra, vedova di Martino il Giovane. La domenica di carnevale tutto il paese si trasforma in scena.
Febbraio Termini Imerese Il Carnevale più antico d’Italia: Sfilata di gruppi e canti allegorici.
Maggio Caltavuturo Festa di S. Calogero ovvero Sagra del Pane: Ogni famiglia prepara dei pani raffiguranti componenti della famiglia stessa come voto o per grazia ricevuta
Maggio Cinisi Sagra della ricotta e dei prodotti caseari: i pastori locali preparano la ricotta che viene assaggiata da tutti i turisti presenti. Per tale occasione degustare, altresì, la ricotta salata, la vastedda ed il caciocavallo cinisense nonché prelibati formaggi apprezzati anche all’estero.
Maggio Mezzojuso Fiera di Maggio ovvero Fiera del SS. Crocifisso: (terza domenica di maggio). Si divide in tre fasi: l’ Esposizione del Palio (un’ antica bandiera albanese), la Cannutta delle torce e dei regali ( una processione di donne e uomini a cavallo recanti grossi ceri, e di muli riccamente bardati ), la Celebrazione del Pontificale secondo il rito greco-bizantino. Conclude la festa una processione serale in cui una ricca Vara ( un artistico baldacchino del 1645 ) viene portata a spalla per le strade del paese.
Maggio Trabia Sagra delle Nespole: Trabia è un paese ricco d’ acqua e ciò ha permesso lo sviluppo dei limoneti e dei nespoleti che interessa gran parte dei territori. Alla Sagra partecipano gruppi folcloristici Siciliani, sbandieratori, artisti di cabaret, complessi strumentali mentre centinaia di giovani del paese sfilano indossando i costumi tradizionali. Ai turisti viene offerta una elegante confezione di nespole distinte con il marchio nespola.
Giugno Ustica Rassegna Internazionale delle Attività Subacquee: in concomitanza della rassegna si svolge il Concorso fotografico Ustica.
Luglio Balestrate Sagra dell’Uva (ultima domenica)
Luglio Palermo Festino di Santa Rosalia
Agosto Caccamo Festa della Castellana: Questa manifestazione è la prima del genere rievocativo-storico che sia stata realizzata in Sicilia. Si compone di un corteo storico di circa 300 personaggi in costume d’ epoca; questi rappresentano le famiglie che nei vari secoli hanno abitato il Castello di Caccamo, scrivendo la storia della città. La manifestazione si conclude con l’ elezione della Castellana di caccamo. (prima e seconda domenica)
Agosto Gangi Sagra della Spiga: Rievoca i costumi, le tradizioni e la cultura della vita contadina di un tempo, intrecciandoli alla mitologia pagana ed in particolare alla celebrazione del mito di Cerere, dea dell’ abbondanza.
Agosto Petralia Sottana Ballo della Cordella: danza si riallaccia agli antichi riti pagani di ringraziamento; il ricordo del mito di Cerere è presente nel trofeo delle spighe legato alla sommità della pertica. Oggi è un inno di ringraziamento per la buona raccolta del grano. A suon di tamburelli, chitarra, zufolo, fisarmonica e scacciapensieri u bastunieri invita alle danze un gruppo di 24 ballerini disposti in cerchio mentre reggono variopinte cordelle pendenti da un’ alta pertica coronata di spighe, Simbolo di Cerere. Il ballo consiste nell’ intrecciare i coloratissimi nastrini in 4 differenti figure che rappresentano, nella sequenza, l’ aratura, la semina, il germogliare e la raccolta. E’ lo stesso bastunieri che invita le 12 coppie, che rappresentano i 12 mesi dell’ anno e le costellazioni, a danzare al contrario per snodare le cordelle. (prima domenica)
Settembre Baucina Festa patronale di S. Fortunata: (seconda domenica). Festa patronale molto sentita nel corso della quale 12 gruppi di ragazze rappresentano episodi della vita e del martirio della Santa.
Settembre Palermo Coppa degli Assi: Prestigioso Trofeo Ippico Assegnato al Concorso Internazionale di Salto nel pittoresco Parco della Favorita. (dal 12 al 15 ottobre 2000)
Settembre Polizzi Generosa La Giornata dello Sfoglio ( ‘u sfuagghio): ‘U sfuagghio è il dolce tipico di Polizzi. Si tratta di una torta a base di formaggio fresco lavorato con zucchero, cioccolato e cannella. Una vera delizia che, per fortuna, si trova anche in altri centri madoniti (prima domenica)
Novembre Palermo La Fiera dei Morti: secondo la tradizione, i morti portano regali e leccornie ai bambini.

a Catania e provincia

Gennaio Acicastello Festa Patronale di San Mauro
Gennaio Maniaci Festa Patronale di S. Antonio abate
Gennaio Aci Sant’Antonio Festa Patronale di S. Antonio abate
Gennaio Camporotondo Etneo Festa Patronale di S. Antonio abate
Gennaio Viagrande Festa Patronale di San Mauro abate
Gennaio Misterbianco Festa Patronale di S. Antonio abate
Gennaio Acireale Festa Patronale di S. Sebastiano
Gennaio Nicolosi Festa Patronale di S. Antonio abate
Gennaio Marzo Nicolosi Manifestazione “Tre Giorni dell’Etna” – Gara internazionale di sci
Febbraio Acireale Il più bel Carnevale di Sicilia
Febbraio Catania Festa patronale di S. Agata: nella mattinata del giorno 3 si raccolgono all’interno del Duomo, le candelore, alte torri in legno di epoca barocca; al centro hanno quattro grosse torce e sono addobbate con fiori, nastrini, luci e festoni. Attualmente sono 11, tante quante ne rimasero dopo il terremoto del 1693 che distrusse la città. La sera in piazza Duomo si danno convegno cantanti dei quartieri per innalzare inni di lode.
Marzo Ramacca Festa Patronale di San Giuseppe
Aprile Bronte Processione del Venerdì Santo: Celebrazione della Passione e Morte di Gesù Cristo. Le vie cittadine diventano per l’occasione un immenso palcoscenico che pian piano si popola di personaggi e di migliaia di spettatori partecipi.
Aprile Adrano Riti della Settimana Santa con Diavolata ed Angelicata
Maggio Calatabiano Festa di San Filippo Siriaco (17 e 18). Dal monte Castello, dove il santo lottò con il diavolo, i devoti  trasportano lungo un sentiero ripidissimo  un simulacro del peso di oltre 10 quintali, giù fino al Duomo del paese. In questa occasione si mangia castrato al forno.
Maggio Caltagirone La Scala infiorata: (21 maggio/4 giugno). Un grande disegno realizzato con fiori lungo la scala di Santa Maria del Monte, in onore della Madonna di Conadomini.
Maggio Trecastagni Festa patronale di S. Alfio, S. Filadelfo e S. Cirino (dal 9 al 10): Processione di penitenti detti Nuri e fiera con bancarelle di aglio fresco. La devozione degli abitanti di Trecastagni per i tre santi risale al 1517, quando ne ottennero una reliquia.
Maggio Caltagirone La Madonna di Conadomini (tutto il mese è dedicato alla Madonna)
Giugno Palagonia Festa patronale di Santa Febbronia: rappresentazione figurata, durante la quale la figura della monaca appare da un tronco d’albero spaccato in due, coronata dagli angeli e rapita in estasi.
Luglio Catania Giromare di Sicilia: una carovana di barche e gommoni alla scoperta delle coste siciliane
Luglio Caltagirone Festa patronale di San Giacomo (23-25)
Luglio Caltagirone La Scala illuminata: illuminazione della Scala di Santa Maria del Monte con 4000 lanterne di carta colorata, in occasione della Festa di S. Giacomo.
Agosto Francofonte Festa patronale della Madonna della Neve: la festa è nata per via di una leggenda, secondo la quale alcuni cacciatori trovarono un dipinto della Vergine che, colpito, cominciò a sanguinare. Il dipinto è tuttora conservato.
Agosto Bronte Sagra del Pistacchio
Settembre Raddusa Festa del Grano con la pisatura: ricostruzione storica dell’antica pesatura del grano. Corteo raffigurante antiche figure mitologiche dell’abbondanza e del raccolto, sfilata di carri, banda musicale, degustazione del pane “cunzato” e della cuccia.
Ottobre Militello Sagra del Ficodindia e della Mostarda: la città mette in mostra se stessa recuperando usi, abitudini, gesti ed utensili della sua tradizione.
Ottobre Nicolosi Sagra dei funghi e mostra micologica
Ottobre Paterno’ Festa patronale di Santa Barbara: il rito dura 4 giorni, durante i quali, oltre a celebrare la patrona, si rievoca il periodo feudale ai tempi di Ruggero II.

Lascia una risposta